Conciliazione paritetica o consumeristica - www.studioscalisi.com

Vai ai contenuti

Menu principale:

Mediazione civile

Cos’è la CONCILIAZIONI PARITETICA O CONSUMERISTICA?
Come già precisato la procedura di conciliazione è quel meccanismo per il quale si cerca di addivenire ad una soluzione alternativa della controversia (A.D.R.) al fine di consentire alle parti di evitare il ricorso al Giudice,  componendo bonariamente la lite generata. Per questo l’Organismo di mediazione e Arbitrato Concordia ha siglato con U.N.C. un accordo di collaborazione, alla luce anche di quanto previsto nelle Raccomandazioni della Commissione Europea n. 257/98 CE e n. 310/01 CE, per i quali già U.N.C. ha attivato numerosi protocolli d’intesa con le Aziende consumeristiche maggiormente presenti in ambito Nazionale (telefonia, energia, banche, assicurazione, etc), allo scopo di risolvere più velocemente possibile le controversie più diffuse. Tali Accordi - nei settori in cui è previsto - sono anche riconosciuti dalle Authority.

Tale procedura è caratterizzata dalla presenza di due conciliatori: il conciliatore, rappresentante del consumatore e il secondo conciliatore, rappresentante dell’azienda in questione. Il ruolo dei conciliatori non consiste nel determinare la ragione oppure il torto delle parti, ma cercare di aiutare alla risoluzione della controversia, suggerendone una soluzione.

Negli incontri, che possono avvenire anche on line, i conciliatori delle due parti cercano di individuare un accordo che - se raggiunto - viene inserito in un verbale vincolante sia per il consumatore che per l'azienda, ponendo così fine alla controversia

È bene sapere che, in alcuni settori, la percentuale del raggiunto accordo è pari al 96% circa.





Torna ai contenuti | Torna al menu